Monitoraggio in Alta Val Taro

Monitoriamo la presenza del lupo sul territorio, al fine di ottenere dati come la stima della popolazione presente, valutare l’estensione dei branchi sul territorio e rilevare le nascite e l’accrescimento dei cuccioli.

Questo progetto vuole scoprire e raccontare le storie dei lupi che popolano l’alta Valle del Fiume Taro, un territorio vasto e selvaggio in provincia di Parma, nell’Appennino Settentrionale.

Il lupo, specie protetta, animale selvatico dal grande fascino, spesso portatore di conflitti con le attività umane, è in naturale espansione in tutto il territorio Italiano, e ha trovato spazio anche nella Valle del Taro un territorio di grandi boschi, torrenti, rupi scoscese e verdi pascoli che sorge tra il Mar Ligure e la Pianura Padana, nell’Appennino Settentrionale. 

Qui il ritorno del lupo è stato vissuto con sorpresa ed emozione, ma anche con paura e disinformazione, a causa del conflitto con le attività degli allevatori e con il mondo della caccia.
Oggi, più che mai, un’indagine sulla presenza del grande predatore è indispensabile, visto che nessuna attività istituzionale di monitoraggio della specie è in corso in questa porzione di Appennino.
In questo contesto, nel 2016 è nata l’associazione “Io non ho paura del lupo”.
Il primo impegno è stato avviare un’iniziativa di monitoraggio del lupo attraverso l’utilizzo di metodi di campionamento non invasivi, analizzando una piccola area del territorio, al fine di conoscere, attraverso le immagini, la popolazione di lupo qui presente.
Questa attività ha permesso di scoprire e raccontare le storie di alcuni dei lupi che popolano la valle: Codino, Sottiletta, Zena, Recco, Ombra, sono solo alcuni dei nomi con cui l’associazione ha battezzato i lupi che sta seguendo.
Questa attività di monitoraggio, attualmente in corso, fa di questo progetto il primo esempio in Italia di semplici cittadini che contribuiscono attiva- mente alla salvaguardia di una specie di cruciale importanza come il lupo appenninico.
Animale spesso poco conosciuto, talvolta vittima di un bracconaggio spietato, continuamente sottoposto ad una campagna mediatica che tende a screditarne l’importante ruolo ecologico, fomentando falsi miti e paure.

Supporta “Io non ho paura del lupo”, potrai conoscere da vicino la vita e le storie del grande predatore ed essere al tempo stesso, parte attiva per la sua salvaguardia.

Diventa socio

Sostieni la nostra causa, diventa parte attiva nella tutela del lupo in Italia.
AssociatiFai una donazione

Partners

Io non ho paura del lupo
Associazione di Promozione Sociale
Iscritta al Registro delle A.P.S. Regione Emilia-Romagna

Strada sinistra Taro 151
Case Predelle di Porcigatone
43043 Borgotaro (PR)

CF: 92187370348

Privacy Policy