Seleziona una pagina

Nelle ultime settimane alcune testate giornalistiche e alcuni blog hanno affermato che “dal 2020 in Germania gli allevatori che subiscono aggressioni da lupo a danno dei propri animali sono autorizzati a sparare” con un chiaro invito ad estendere questo metodo al nostro paese, riportando la gestione del lupo in Germania come “un esempio da seguire” per “fermare l’incontrollata proliferazione del lupo” e per “difendere gli allevatori”.

Abbiamo così deciso di approfondire la questione tedesca, incuriositi ma fortemente dubbiosi che fosse questo il metodo applicato.
Per chiarirci le idee siamo andati direttamente oltralpe e abbiamo trovato un valido interlocutore in Sven Erlacher, biologo del Museo di Storia Naturale di Chemnitz e responsabile del progetto Wolf Westsachsen sul monitoraggio del lupo nella Sassonia Occidentale.

Dai riferimenti raccolti è stato molto semplice comprendere come ad oggi, in Germania, il lupo sia ancora una specie particolarmente protetta e come la sua gestione sia subordinata a rigide leggi statali, regionali e comunitarie: qualsiasi abbattimento può essere effettuato in deroga a queste leggi soltanto con particolari parametri, al pari di molti paesi europei, inclusa l’Italia, dove però, ad oggi, non sono mai state autorizzate delle deroghe per l’abbattimento di lupi.

Per meglio comprendere il profilo legislativo, in Germania il 13 marzo 2020 è entrata in vigore una nuova disposizione inserita dalla seconda legge che modifica quella federale sulla Protezione della Natura e che specifica chiaramente come sia possibile richiedere la possibilità di abbattimento di uno specifico lupo laddove esso sia responsabile di ripetute uccisioni ai danni di animali d’allevamento.

C’è però da sottolineare un fattore importante: questi abbattimenti possono essere richiesti ed autorizzati solo la dove siano stati messi in opera sufficienti misure di prevenzione a protezione del bestiame.

E’ quindi importante chiarire che la possibilità di richiedere abbattimenti di lupi non rappresenta in alcun modo un metodo per proteggere i propri animali non adeguatamente custoditi, ma piuttosto è un atto raro ed eccezionale, da utilizzare in casi particolari e solo per specifici individui ritenuti direttamente responsabili di un particolare danno.

Inoltre è importante specificare che nessun allevatore è autorizzato a sparare ai lupi ma che gli abbattimenti possono essere effettuati solo da personale specializzato ed autorizzato.

Concludendo quindi, ad oggi in Germania non è possibile per alcun allevatore abbattere il lupo e gli estremi legislativi per richiedere una deroga a questo status di protezione sono molto simili a quanto già accade in buona parte della comunità europea.
Per tutti i chiarimenti qui la legge (in tedesco)

Foto in evidenza di Stefano Manfredini