Seleziona una pagina

La European Alliance for Wolf Conservation (EAWC) è una piattaforma condivisa tra organizzazioni appartenenti a diversi Stati europei, che sostengono a nome della società civile e della comunità scientifica un modello di conservazione del lupo più efficiente e un’applicazione più rigorosa delle politiche ambientali dell’Unione Europea, chiedendo maggiore rispetto delle norme comunitarie, in conformità con la “direttiva Habitat” e nell’ambito della “Convenzione di Berna”.

Fondata nel 2015 dalle associazioni Ferus (Francia), Lobo Marley (Spagna) e ZooLogical (Portogallo), oggi include rappresentanti delle associazioni FFW Luchs- und Wolfsschutz Bayerischer Wald (Germania), Natagora (Belgio), Luonto Liito (Finlandia), Swiss Wolf Group (Switzerland), Ulvetid (Danimarca), Svenska Rovdjursföreningen (Svezia), NOAH (Norvegia), Eesti Suurkiskjad (Estonia), Stichting Wolf Nederland (Olanda) insieme alla rappresentanza italiana di Io non ho paura del lupo. Accreditata come contatto ufficiale e ascoltata diverse volte sul tema lupo presso la Comunità Europea, l’EAWC offre una struttura di supporto a tutte le ONG europee che si occupano di conservazione del lupo.
Tra le proprie iniziative, esplicitate nel Manifesto di Helsiki realizzato nel 2019 e sottoscritto anche da Io non ho paura del lupo, la EAWC sostiene l’inefficacia dei metodi letali allo scopo di favorire la prevenzione del danno, promuove l’adozione di misure di prevenzione proattive e innovative allo scopo di mitigare il conflitto con i grandi predatori e si adopera affinchè gli indennizzi siano subordinati all’applicazione dei mezzi di prevenzione. Tra gli obiettivi di EAWC c’è quello di incentivare la naturale dispersione del lupo a livello europeo, di fondamentale importanza per gli ecosistemi e determinante per la vitalità genetica della specie a lungo termine, così come molte iniziative sono dirette verso le amministrazioni, invitandole a fornire informazioni chiare e accurate sullo stato delle popolazioni di lupo, sulle modalità con cui sono gestiti e sul loro ruolo positivo nell’ecosistema, ribadendo che la necessità di informare il pubblico sui grandi carnivori deve essere un compito e una responsabilità comune di governi e associazioni. Inoltre EAWC chiede alle autorità dell’UE di definire una strategia a livello europeo per la gestione del lupo che includa una definizione più chiara di concetti chiave, tra cui: “qual è lo stato di conservazione favorevole”; “quali sono gli standard minimi per la protezione del bestiame e le misure preventive”; “cos’è un lupo confidente”; “qual è il sistema di risarcimento del danno del bestiame appropriato”.

Come dichiarato dal direttivo dell’associazione:
Ad oggi la European Alliance for Wolf Conservation rappresenta il più importante gruppo d’azione su scala europea dedicato alle tematiche legate alla conservazione e alla gestione del lupo, una delle più importanti sfide che accomuna molti dei paesi dell’Unione, e sarà compito di Io non ho paura del lupo offrire il proprio contributo allo scopo di perseguire i suoi fini statutari e lavorare insieme alle altre organizzazioni per garantire un futuro alla specie in tutta Europa.